Newsletter Mappa del sito Cerca:

Dimplex / Prodotti / Risc. a pavimento

Riscaldamento diretto a pavimento per posa a colla:

I tappeti riscaldanti per posa a colla dei sistemi HM...SF o HM...TS si posano direttamente nella colla per mattonelle o nel livellante. Presupposto in questo caso è un fondo resistente al passaggio e resistente alla temperatura con isolamento termico. La regolazione della temperatura ambiente avviene con una centralina con ulteriore sonda di temperatura da pavimento.
Durante la posa bisogna verificare che la potenza calorifica della superficie del pavimento riscaldata sia sufficiente alla copertura del carico termico della stanza. Nel caso di piccole superfici di pavimento riscaldate, ad esempio nel bagno, è quasi sempre necessario un riscaldamento aggiuntivo.

Termoregolazione del pavimento nel procedimento per posa a colla:

È possibile realizzare in modo semplice la termoregolazione del pavimento tramite la posa dei tappeti riscaldanti HM...SF o HM...TS direttamente nella colla per mattonelle o nel livellante. In questo caso si ha soltanto la regolazione della temperatura del pavimento con l'ausilio di un regolatore di temperatura del pavimento. La temperatura effettiva della stanza si raggiunge per mezzo di un altro sistema di riscaldamento. Anche in questo caso è assolutamente necessario che il fondo sia resistente al passaggio, resistente alla temperatura e isolato termicamente. È anche pensabile la combinazione di una termoregolazione del pavimento con un riscaldamento a pavimento ad acqua calda per una termoregolazione del pavimento confortevole, ad esempio durante i mesi estivi o nelle stagioni intermedie.

distribuzione equilibrata della temperatura
distribuzione equilibrata della temperatura

Chi li conosce ne è entusiasta: i sistemi elettrici di riscaldamento a pavimento Dimplex

Si sono affermati come sistema di riscaldamento ambiente dal pavimento: negli appartamenti così come negli uffici e negli asili. Tre motivi fondamentali giocano a favore dell'impiego di un riscaldamento elettrico a pavimento Dimplex:

  1. L'equilibrata distribuzione della temperatura nella stanza si avvicina al meglio all'idea di un riscaldamento ideale. Infatti la differenza rispetto alla temperatura della stanza è, contrariamente a quanto avviene in altri sistemi di riscaldamento, minima. Non si ha affatto la formazione di aria di riscaldamento secca.
  2. Anche con i piedi caldi è quindi possibile continuare a ragionare a "mente fredda". I tappeti riscaldanti Dimplex rilasciano il loro calore in modo uniforme e su tutta la superficie del pavimento. Questo garantisce piedi caldi e lucidità.
  3. Vantaggioso per architetti e committenti: maggiore spazio libero a disposizione per l'allestimento delle stanze. Il riscaldamento installato nel pavimento è invisibile, nessun elemento riscaldante disturba.

Il supporto di Dimplex nella pianificazione e nella progettazione

Dimplex offre ai propri partner un servizio gratuito per il calcolo del fabbisogno termico e la progettazione della messa in opera: l'elaborazione computerizzata della documentazione. Basta richiedere il questionario per il calcolo del fabbisogno termico e spedirlo insieme ai disegni costruttivi (scala 1:50 o 1:100) a Dimplex.

È possibile inviare la documentazione anche tramite e-mail all'indirizzo: Opens window for sending emailprojektierung@dimplex.de

Download file PDF:

La scelta personalizzata del giusto riscaldamento a pavimento Dimplex

Impiego
Riscaldamento ad accumulo
Riscaldamento diretto nel massetto
Riscaldamento diretto nel livellante o nel collante per mattonelle
Riscaldamento diretto nel livellante o nel collante per mattonelle
Massetto di cemento
min. 80 mm fino a max. 140 mm, tipico 80 mm
min. 45 mm fino a max. 60 mm, tipico 50 mm
Spazio di sopralzo
da 5 a 10 mm
Spazio di sopralzo
da 5 a 10 mm
Isolamento termico
Con stanze sottostanti riscaldate da 40 mm circa a 110 mm con stanze sottostanti non riscaldate
Con stanze sottostanti riscaldate da 40 mm circa a 110 mm con stanze sottostanti non riscaldate
Con stanze sottostanti riscaldate da 40 mm circa a 110 mm con stanze sottostanti non riscaldate
necessario
Sistema di riscaldamento
Ambiente abitativo
Bagno
Ambiente abitativo
Bagno
Ambiente abitativo/
Bagno
Ambiente abitativo/
Bagno
Codice di ordinazione
HM...R 120

... fino a ...
HM...R 180
HM...RS 140

... fino a ...
HM...RS 180
HM...R 100

... fino a ...
HM...R 160
HM...RS 140

... fino a ...
HM...RS 160
HM...SF 150
HM...TS 150
HM...SF 150
HM...TS 150
Fissaggio dei tappeti
NHD 100
NHD 100
NHD 100
NHD 100
NHD 100
NHD 100
Prolunga terminale conduttore freddo
KEB 1525 R
KES 1525 R
KEB 1525 RS
KES 1525 RS
KEB 1525 R
KES 1525 R
KEB 1525 RS
KES 1525 RS
KED SF Set
KED TS Set
KED SF Set
KED TS Set
Comando
Controllo di caricag
Regolatore di carica


Sonda pavimento
ZW 05 DCU




F 3113 / F 3110
ZW 05 DCU
ZAS 99 DCU
AR 05 DCU 2
AR 05 DCU 4

F 3113 / F 3110

non
necessario

non
necessario

non
necessario

non
necessario
Regolazione
Non necessaria, la temperatura viene impostata sul regolatore di carica
Non necessaria, la temperatura viene impostata sul regolatore di carica
RTW 301 UN
RTWU 301 UN
RTW 301 UN
RTWU 301 UN
RTW 301 UN
RTWU 301 UN
BT 100 AN
BT 200 AN
BT 301 UN
BTU 301 UN
BTU 301 AN
ETR 060 N
BT 060 AN
Guaina sonda
TFH 821
TFH 821
TFH 821
TFH 821
TFH 821
TFH 821
Limitatore di temperatura
TB 072
TB 072
TB 072
TB 072
TB 072
TB 072

Il giusto massetto

Il massetto deve essere di tipo galleggiante e in cemento. Accumula il calore e lo cede uniformemente all'ambiente. Il massetto deve essere conforme alla norma DIN 18560. Durante la lavorazione assicurarsi che vi sia una buona compattazione e che la struttura sia chiusa. Lo spessore dipende dal fabbisogno termico, dalla durata di carica, dal rivestimento del pavimento e dalla massa del corpo dell'edificio. In media lo spessore con riscaldamento ad accumulo va dagli 8 cm ai 10 cm, quello con esecuzione a riscaldamento diretto 6 cm.

Il dimensionamento dell'assorbimento in funzione della superficie

L'assorbimento in funzione della superficie da installare dipende dalla temperatura della stanza, dalla temperatura della stanza sottostante, dal coefficiente della trasmissione del calore kU e dalla somma dei tempi di funzionamento t+ tZF. L'assorbimento massimo in funzione della superficie per il riscaldamento base del riscaldamento ad accumulo è di 180 W/m2, l'assorbimento minimo in funzione della superficie è di 100 W/m2.

Dimplex mette a disposizione il calcolo (spessore del massetto da riscaldamento e potenza da installare) con la documentazione della pianificazione.

A cosa si deve prestare assolutamente attenzione

A causa del sopralzo del pavimento (il massetto da riscaldamento è più spesso) l'altezza del piano aumenta di almeno 4 cm. I tappeti non devono essere posati al di sotto di oggetti di arredamento che poggiano completamente sul pavimento (ad es. armadi a muro e cucine componibili). Simili parti dell'arredamento devono essere segnalate nella documentazione messa a disposizione di Dimplex. In questo modo è possibile tenerne conto visivamente durante la progettazione. Per i tappeti riscaldanti, i sensori di calore residuo, i sensori atmosferici ed eventualmente i termostati ambiente con termostati di temperatura sono necessari dei cavi di installazione.

Posa e installazione da parte di personale qualificato

I tappeti riscaldanti vengono posati su tutta la superficie. Tramite incisione del tessuto portante la disposizione può essere adattata in modo flessibile agli ambienti. L'esatta disposizione dei singoli tappeti si trova nella documentazione di pianificazione individuale. Speciali spinotti di fissaggi assicurano un fissaggio sicuro dei tappeti al sottofondo. Ogni tappeto dispone di 4 m di conduttore freddo collegati tramite manicotto che possono essere accorciati o allungati. I manicotti di collegamento sono resistenti alla temperatura, assolutamente impermeabili e resistenti alla trazione. Nel caso vengano utilizzati più tappeti per la posa sulla superficie totale della stanza, i terminali conduttori freddi dei tappeti vengono collegati tra di loro in parallelo in una scatola di allacciamento.

La coibentazione del calore

Per limitare la perdita di calore al di sotto del massetto da riscaldamento bisogna considerare lo spessore dell'isolamento termico. Per la misurazione attenersi al decreto sull'isolamento termico e alla norma DIN 4108. Vanno inoltre rispettati i requisiti minimi della protezione acustica secondo la norma DIN 4209. Determinante è il coefficiente della trasmissione di calore ku al di sotto del livello di riscaldamento. La resistenza alla temperatura dello strato superiore isolante deve essere di almeno 85 °C.

Per lo strato isolante valgono i requisiti minimi riportati di seguito:

Concetti base dell'isolamento termico per riscaldamenti a pavimento, riscaldamenti ad accumulo e riscaldamenti diretti

Lo spessore dello strato isolante dipende dal WLG (gruppo della capacità di conduzione del calore) del materiale isolante utilizzato.
ku = 0,80 W/(m² K)
In caso di stanze sottostanti riscaldate allo stesso modo
ku = 0,60 W/(m² K)
In caso di riscaldamento delle stanze sottostanti limitato o con altro sistema
ku = 0,35 W/(m² K)
In caso di aria esterna o terreno sottostanti
 
Gruppo della capacità di conduzione del calore
valore ku in W/(m² K)
0,8
0,6
0,35
040 ≡ 0,040 W/mK
Δ
40 mm
60 mm
110 mm
040 ≡ 0,030 W/mK
Δ
30 mm
45 mm
85 mm
040 ≡ 0,025 W/mK
Δ
25 mm
35 mm
70 mm
La comprimibilità di tutti i materiali isolanti può raggiungere al massimo 5 mm. Devono essere impiegati materiali isolanti conformi alla norma DIN 18164 e DIN 18165.